La pratica della cremazione

di Ilyan Aleavir

Commento

In questo tomo di recente stesura, l'archeologo Ilyan Aleavir discuta la pratica della cremazione.

Egli fa notare come fosse pratica comune, presso le antiche comunità elfiche, tumulare i corpi dei defunti. La tumulazione era preceduta da un complesso rituale, durante il quale il corpo del defunto veniva lavato, trattato con oli conservanti, imbalsamato e riposto infine in un loculo assieme ad alcuni effetti personali.

La pratica della cremazione fu introdotta in un'epoca successiva; confrontando la datazione alchemica di diverse salme ritrovate presso alcune antiche catacombe elfiche con i registri del Tempio, l'autore conferma che la pratica della cremazione dei defunti fu introdotta qualche decennio dopo l'avvento di Veon.

Ma il fatto che il Tempio abbia introdotto la pratica è noto più o meno a tutti. L'autore perciò si interroga sulle motivazioni che hanno spinto al cambiamento, fornendo come spiegazione più logica quella che, da un lato, la pratica della cremazione si adattava al contenuto della culto di Veon meglio della sepoltura; in seguito all'introduzione della cremazione, inoltre, alcune malattie epidemiche si erano ridotte o erano addirittura scomparse.

A discapito dello studio della verità storica, naturalmente.

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License