Paradiso di Veon

Veon, il Santo dei Santi, promise agli elfi di creare per loro un luogo opposto alle grotte buie, fredde, umide e ostili di Crypto, un luogo di luce eterna e serenità in cui trascorrere la vita oltre la morte: per fare questo egli compì il suo ultimo sacrificio. Il Paradiso di Veon, o Regno della Luce, è un piano finito coesistente con l'universo di Crypto.

Descrizione

Il Paradiso di Luce appare come un cielo bianco-aranciato senza fine, percorso da bianche nubi in movimento e pezzi di roccia fluttuanti, pervaso di una sottile foschia che diffonde la luce - proveniente da una fonte sconosciuta - in modo uniforme. Nei luoghi più aperti, si può osservare l'orizzonte, presso cui, a migliaia e migliaia di chilometri, si trovano grosse nuvole scure, perennemente in tempesta.

Tratti caratteristici

  • gravità direzionale soggettiva: con una prova di Saggezza (CD 16), è possibile decidere la direzione in cui muoversi senza necessità di sforzo;
  • magia: gli incantesimi arcani funzionano normalmente, quelli divini sono potenziati (come se utilizzati con il talento Incantesimi Potenziati);
  • senza tempo: l'invecchiamento e la morte, il freddo e il caldo, la fame e la sete, il sonno e gli altri effetti del tempo non esistono in questo luogo;
  • plasmabile divino: tutti coloro che entrano nel Regno di Luce possono apportare delle modifiche al piano, con la magia o con lo sforzo fisico, ma soltanto il suo creatore è in grado di manipolarlo secondo la propria volontà;
  • allineamento: neutrale leggero, i fedeli di Veon raggiungono il Paradiso, indipendentemente dalle azioni compiute in vita.

Incontri

Oltre ovviamente agli elfi che un tempo furono devoti a Veon, nel Regno della Luce si trovano altre creature che fungono da guardiani, come i cacciatori invisibili. Non è raro incontrare anche altri tipi di creature, come golem o costrutti, che i maghi potrebbero avere creato come loro servitori durante la loro permanenza nel Paradiso. Nelle zone di confine del piano, come l'Arcipelago delle Tempeste, si incontrano diverse creature pericolose, la cui natura è ignota, come i falcofreccia.

Storia

Il Regno della Luce fu creato da Veon nell'anno 0 EL. Durante la sua assenza, durata qualche millennio, le anime degli elfi morti popolarono il Regno della Luce; scoperta l'assenza di Veon, alcuni elfi presero il predominio sugli altri. Tra di essi emerse Mend, un mago straordinariamente potente, che si proclamò divinità, eresse dei templi in suo proprio onore e costruì dei guardiani per impedire agli altri elfi di ribellarsi alla sua volontà.

Luoghi importanti

Tempio d'Oro

Il Tempio d'Oro si trova su un'isola fluttuante solitaria ed è il luogo in cui alberga lo spirito di Veon. L'edificio è lastricato di mattonelle bianche quadrangolari; una lunga scalinata, accompagnata da fila di alte colonne su entrambi i lati, conduce fino al pantheon, la residenza del dio. Il pantheon è una struttura circolare molto ampia, vuota; di fronte all'ingresso si trova un grande trono di pietra. Il pantheon è coperto da una gigantesca cupola d'oro.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License