Kelmera

Abitanti: 1000 ca.
Estensione: la grotta che ospita la città ha un diametro di 500 metri ca. ed è alta un centinaio di metri
Posizione: confine orientale del regno degli Elfi

Kelmera è un antico insediamento elfico di medie dimensioni, scavato nella roccia di una gigantesca stalagmite che emerge da un lago dalla acque scure. In cima alla stalagmite pulsa la luce rossastra del cuore di Veon, che è anche il simbolo della casata reggente, Casa Tuljie.

Kelmera si trova sul confine orientale del regno degli Elfi e confina ad Est con i territori dei Nani; le altre gallerie principali di comunicazione che si affacciano sulla grotta di Kelmera portano verso Gröngraad e verso Fane.

Struttura

La città, come pure le torri di guardia, sono state ricavate scavando la roccia delle grandi stalagmiti che emergono dal Lago Scuro, il che porta a pensare che Kelmera non sia stata costruita dagli elfi. All'interno della città, la luce di Veon filtra dall'alto fino alle livelli inferiori grazie ad un ampio pozzo circolare; lungo le pareti del pozzo sale una lunga rampa, che permette di accedere ai diversi livelli della città.

Al culmine della città si trova il Tempio di Veon. Il livello inferiore del tempio è utilizzato come zona di culto, ove vengono svolte le celebrazioni, mentre il livello superiore è accessibile soltanto al clero; la sala in cui brucia il cuore di Veon è invece accessibile soltanto al Gran Sacerdote.

Le Sale d'Oro, in cui Kelmera custodisce gelosamente i suoi tesori, si trovano al di sotto del ponte principale di accesso alla città ed il loro accesso è proibito a chiunque (a parte il Löthe e i più importanti funzionari) e protetto con la magia; qui, la luce del cuore di Veon non arriva. Da qui, una rete di corridoi scuri, più estesa della città stessa, si dirama in profondità, forse anche al di sotto del livello del lago.

Vita a Kelmera

La città vive principalmente di scambi commerciali con i Nani, grazie alla sua posizione di confine; viene praticata un'intensa attività mineraria nelle grotte limitrofe, da cui si ricava il ferro. Sono presenti coltivazioni di funghi e viene praticata la pesca nel lago sottostante. A Kelmera si trova anche un famoso emporio di magia, il Calderone di Giada.

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License