La Madre

La madre

Avventura per 3-4 giocatori, per una sola serata (one shot), soli Formian

Introduzione

Questa avventura é chiaramente atipica, sia per la natura stessa dei formian, sia per la struttura della stessa, chiaramente lineare. Il fulcro dell'avventura é il narratore che deve dare un senso di velocità alla stessa e raccontare la storia dal punto di vista di una mente collettiva, ma dotata di invidualità. Per rendere al meglio le scene si consiglia di puntare su "visioni remote" da parte di formian di basso livello (come i lavoratori sparsi per le caverne) e alle reti tecnologiche, che possono fornire un buon punto di appoggio per la loro natura di "mente collettiva".

Per le statistiche dei giocatori, si faccia riferimento alla pagina dei formian: ho immaginato che i giocatori fossero si asserviti alla loro madre, ma dotati di pensiero indipendente e quindi di rango superiore rispetto alla maggior parte dei formian. In particolare ad ogni giocatore sono assegnati dei lavoratori e può comandare altri formian non indipendenti in base ai bisogni.

Questa avventura, come si vedrà, é posta temporalmente prima della nascita della civiltà degli elfi così come la conosciamo.

Prologo

La madre, la regina, ha creato l'alveare prima che ogni altro formian ne abbia ricordo. Tramite la mente alveare ha generato e controllato sempre nuovi formian e sotto la sua guida l'ordine e la sicurezza si sono espansi. I PG sono dei formian dotati di intelletto e di indipendenza, come atto di benevolenza della madre. Essi sono posti ai più alti gradi della società formian: lavoratori, guerrieri, pianificatori (PG), araldi e poi la regina.
Il desidero di ordine e di sicurezza insito nella natura dei formian li ha portati a diventare una razza espansionistica, che porta sicurezza anche alle altre razze: numerosi schiavi sono presenti nell'alveare, come lavoratori, per godere della stabilità e dell'ordine dei formian. Le altre razze portano solamente caos, distruzione, mentre i formian integrano nella loro razza.

I PG guidano un gruppo di 4/5 lavoratori ognuno nel raggio di azione telepatica della mente alveare, il cui nodo centrale é la regina stessa: fuori da esso i PG possono sperimentare la disconnessione dalla rete telepatica, l'isolamento, la solitudine.

L'attacco

Nel pieno del loro lavoro, ai PG arriva la richiesta d'aiuto della regina, assieme alla sensazione, un attimo, che la mente alveare sia in pericolo. Essa é attaccata, nel suo nido! I lavoratori assegnati ai PG vanno posti sotto controllo, subito (prova Volontà CD 15). Dopo un viaggio di un paio d'ore, i PG raggiungono la regina.
Nel frattempo arrivano le immagini di quanto successo: degli intrusi hanno ferito la regina con le loro armi, hanno rubato 4 uova. Gli intrusi sono un elfo maschio, mago, un'elfa femmina, maga, un yuan-ti, possente, guerriero ed un nano, guerriero chierico.
L'alveare é nel caso e numerosi guerrieri e lavoratori sono fuori dal controllo dei loro pianificatori. (per il controllo prova Volontà CD 20)
Raggiunto il nido, i PG trovano la regina ferita, difesa dai suoi due araldi, due formian straordinari ed antichi che avrebbero dovuto proteggerla.
La regina prega i PG di intervenire e raggiungere i 4 ladri prima che lascino la zona sotto il controllo Formian: intima la cautela contro il mago elfo, perché possiede una sfera che gli ha permesso di raggiungere di nascosto perfino il nido!

Inseguimento

Compito del narratore é costruire una serie di grotte dove si muovono i 4 fuggitivi, prima sui loro onisco, che saranno feriti da altri formian, e poi a piedi. Il narratore può utilizzare la visione condivisa remota tramite la regina della fuga dei 4 ladri, per rendere l'inseguimento al meglio.

La sfera dell'occultamento

I quattro fuggitivi una volta raggiunti e/o circondati combatteranno al meglio delle loro possibilità, ma l'elfo mago veon, utilizza la sfera dell'occultamento per liberare i pg dal loro contatto mentale con la mente alveare e svelare la verità. Loro non sono ladri, ma erano stati invitati dalla regina nell'alveare. La stessa regina ha permesso loro di scoprire la verità, cioé che sta costruendo degli ibridi tra i formian e le diverse razze e le 4 uova che hanno rubato ne sono la prova. Veon dice inoltre che loro non hanno ferito la regina, ma essa si é ferita da sola, per dare credito alla sua versione.
La domanda che emerge in questa fase é: "Cosa farete ora che sapete che la vostra madre vi sta mentendo?"

Al gruppo la risposta!

Conclusione

Comunque vada Veon deve sopravvivere e/o riuscire a farla franca, in fondo questa é una one shot, no?

Varie

  • Veon, elfo maschio, mago
  • Saara, elfa femmina, maga
  • Yisten, yuan-ti, guerriero
  • Hulrich, nano, guerriero/chierico
Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License