Siltar

Discepolo del Gran Sacerdote di Kelmera. Si sa che è un chierico che ha grandi conoscenze della storia di Crypto e di materie arcane. Controllato mentalmente da un'entità misteriosa durante la guerra civile del Nord, morirà sulla sommità del tempio di Veon ad Aldanen, assassinato dalla stessa creatura che lo stava controllando.

Il nome significa "Alto splendore" (dall'unione delle due parole Quenya sil - splendore e tar - alto). 
Per la referenza si veda l'appendice "Etimi dei nomi Quenya e Sindarin" in J.R.R. Tolkien, Il Sirmarillion, Bombiani, 2002)

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License