Zok

Viene chiamato "zok" il materiale legnoso dei gambi dei funghi giganti e per antonomasia il miceto stesso le cui radici sono altrettanto resistenti, sebbene più sottili e flessibili.

I funghi dello zok sono tipicamente grigio-marroni, crescono tranquillamente nell'oscurità più totale, necessitando solo di un ambiente sufficientemente umido e di grandi quantità di spazio, il cui terreno sia almeno inizialmente morbido per far attecchire le piccole radici delle spore. Durante la crescita infatti le radici eventualmente raggiungono strati di roccia più dura che, grazie alla loro particolare durezza, riescono a frantumare creando terreni sempre più fertili. Lo zok è molto resistente proprio grazie al fatto che riesce a immagazzinare i minerali delle rocce che frantuma nella propria struttura spugnosa.

Il largo cappello dello zok ospita le spore, piccole palline simili a sassi levigati del diametro di un pollice e di colore marrone, prodotte in modeste quantità (non più di 12 contemporaneamente) anche se con ritmo pressochè costante. Le spore si diffondono solitamente rotolando o venendo trasportate da corsi d'acqua. Il miceto comunque non attecchisce facilmente nell'acqua corrente. I cumuli di spore formano terreno fertile ai piedi del gambo: una modesta foresta di zok è in grado di bonificare terreni paludosi o prosciugare stagni o piccoli laghi.

Il miceto sopravvive all'abbattimento del frutto (il fungo di superficie) e un nuovo fungo spunterà nelle vicinanze del vecchio se le condizioni lo garantiscono.

Il fungo cresce casualmente sul terreno ad un ritmo che dipende dalle risorse disponibili e in maniera inversamente quadratica alla dimensione già raggiunta. Tipicamente occorrono circa 5 giorni perchè uno zok raggiunga un piede d'altezza quando inizia a produrre le prime spore sterili, mentre dopo 30 giorni lo zok, dall'altezza di 3 piedi inizia a produrre le prime spore fertili. Il materiale del gambo diventa più spesso e resistente col tempo e il gambo non viene solitamente abbattuto prima di aver raggiunto i 6 piedi di altezza, il che avviene tipicamente tra i 200 e i 300 giorni dopo il primo butto. Un gambo tagliato smette immediatamente di crescere.
E' importante tagliare completamente il gambo fino alle radici per evitare che i residui di zok impediscano ad altri butti di venire alla luce nelle vicinanze.

La coltivazione di zok è resa difficoltosa dalla necessità di estesi spazi, di irrigazione continua e dal fatto che i butti spuntano in maniera casuale. Oltre al fatto che il terreno viene incessantemente eroso e può provocare devestanti crolli.

Lo zok viene lavorato per la creazione di armi, scudi, imbarcazioni e per la produzione di carta. Più raramente questo materiale viene utilizzato come fonte di calore, a causa dei gas tossici emanati durante il processo di combustione.

Regolamento

Ai fini del regolamento, lo zok sostituisce il legno per la creazione di armi (come bastoni, archi e frecce) e scudi.

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License